Nuove Norme Per La Valutazione Del Rischio Rumore Nei Luoghi Di Lavoro

A marzo 2011 è stata pubblicata la revisione della norma UNI 9432:2008, resasi necessaria dalla recente emanazione della nuova UNI EN ISO 9612, complementare ad essa.

Il titolo completo delle norme è il seguente:

  • UNI 9432:2011 “Acustica – Determinazione del livello di esposizione personale al rumore nell’ambiente di lavoro”,
  • UNI EN ISO 9612:2011 “Acustica – Determinazione dell’esposizione al rumore negli ambienti di lavoro ‐ Metodo tecnico progettuale”

Entrambe le norme sono finalizzate a valutare i livelli di esposizione al rumore nell’ambiente dilavoro su scala giornaliera, settimanale e di picco.La precedente edizione della UNI 9432: giugno 2008 era stata elaborata specificatamente pergli adempimenti previsti dalla legislazione vigente, rappresentata dal D. Lgs. n. 9 aprile 2008 n. 81 e dal D. Lgs. n. 3 Agosto 2009 n. 106. Un quadro normativo in cui la recente UNI EN ISO 9612 si innesta in modo non sempre coerente in quanto è una norma che rappresenta una specifica direttiva europea.Ne deriva che la nuova norma UNI EN ISO 9612 presenta alcune problematiche tecniche che iltecnico deve affrontare:

  • richiede un impiego superiore di tempo per le misurazioni di calcolo del livello di esposizione personale al rumore del lavoratore;
  • le procedure per il calcolo dell’incertezza differiscono, richiedendo l’inserimento di un maggior numero di misurazioni e di parametri a parità di condizioni;
  • la trattazione dell’esposizione dei gruppi omogenei di lavoratori non tiene conto del carattere individuale dell’esposizione.

Pertanto, l’edizione 2011 della UNI 9432, mantiene le puntualizzazioni in merito a particolari problemi, come alcuni metodi semplificati per la valutazione dei livelli sonori di esposizione, i criteri di valutazione di aspetti non descritti nella UNI EN ISO 9612. Altri aspetti trattati, sono quelli relativi ai metodi di calcolo della protezione offerta dai DPI uditivi ed alla loro efficacia nelle situazioni reali di utilizzo ed un metodo per valutare il superamento o meno delle soglie previste dalla legislazione vigente. La nuova UNI 9432 rimanda alla UNI EN ISO 9612 per gli argomenti comuni. Entrambe le norme non possono essere utilizzate sia per valutare esposizioni ad infrasuoni e ultrasuoni richieste dal D. Lgs. n. 81/08 che per la valutazione del rischio rumore in ambienti particolari quali ad esempio i “Call center” dove le sorgenti sono poste in prossimità dell’orecchio, bisogna utilizzare come metodica di misura quella enunciata dalle norme UNI EN ISO 11904-1 e UNI EN ISO 11904-2 o ad altre norme tecniche applicabili.
Analizzando attentamente il testo delle norme tecniche, emerge un protocollo di misura moltoraffinato che prevede un continuo aggiornamento da parte dei tecnici che intendono affrontarequeste valutazioni. Ne deriva che la formazione continua dei tecnici sta alla base di una buonavalutazione del rischio rumore.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *